La mappa del mondo firmata Made in Italy

/ / Export

La Camera di commercio di Milano, insieme a Coldiretti e Promos (azienda speciale della Camera di commercio per le attività internazionali) hanno realizzato una mappa sull’Export agroalimentare, al fine di: conoscere i paesi in cui i nostri prodotti vengono maggiormente esportati, verificare le destinazioni consolidate e quelle nuove, e per comprendere quali regioni d’Italia siano più attive nell’export.

La mappa è a disposizione di tutti, gratuitamente scaricabile qui e sul sito di Promos.

Come si può evincere dalla sua consultazione, Germania, Stati Uniti, Francia, Svizzera e Regno Unito accolgono la metà dell’export mondiale. Le destinazioni principali sono in crescita, in particolare Stati Uniti, Germania, Spagna e Francia, ma anche Regno Unito, Svizzera, Paesi Bassi, Canada, Australia, Cina e Giappone. Sono in aumento Romania, Repubblica Ceca e Russia.

La Germania e la Francia sono i primi acquirenti per quasi tutti i prodotti, mentre gli Stati Uniti richiedono soprattutto olio, vini e acque minerali. Filippine, Grecia e Spagna alimenti soprattutto animali.

Le città italiane che maggiormente esportano sono soprattutto città del nord, in particolare Verona, Cuneo, Milano, Bolzano, Bergamo e Mantova. Ma al sesto posto c’è Salerno.

In conclusione, il Made in Italy nel mondo vale circa 38 miliardi di euro all’anno, e cresce del 3,5%.